Shopping al centro

berlusconi

Questa volta pare proprio finita. Si va a casa. Berlusconi con la sua cricca è stato chiaro: “Prodi cade fra due settimane. Con noi passerà un senatore campano della Margherita di un certo peso, in tutti i sensi…”. Sì lo so, lo dice da mesi, ma questa volta è diverso. Adesso lo shopping di senatori pare dare i suoi frutti. E’ una vicenda di soldi e poltrone.

Sul mercato sono in tanti. C’è Luigi Pallaro, il senador sudamericano. Ci sono i tre siculi: Adragna, Fazio e Papania: basterebbero i nomi. C’è la tirolese Helga Thaler. C’è l’ex An convertito alla Margherita Domenico Fisichella che non si prende più nemmeno la briga di smentire e dichiara apertamente che «adesso che i nani [o il nano? N.d.r.] del centro-destra hanno capito i loro errori si può tornare a ragionare». Ci sono Bordon, Manzione e Pasetto, quelli che “A noi il Pd ci fa schifo quindi abbiamo le mani libere”. E poi ci sono Dini e i suoi due compari. Berlusconi con loro è stato simpatico: gli ha offerto una barca di soldi per il nuovo movimento politico e al “Lamberto sempre verde” la presidenza di una Camera. Mica male no? Parliamo di un personaggio che se si presentasse agli elettori prenderebbe appena i voti dei suoi parenti. E forse neanche tutti.

Il Calvaliere fa shopping insomma. Prodi l’ha chiamata “corruzione”. Lo racconta Minzolini su La Stampa. Ecco cosa avrebbe detto il premier: «Questo governo cade per corruzione. Ci sono sette senatori che sono passati, in un modo o nell’altro, con Berlusconi. Qualcuno di loro me lo è venuto anche a dire. Mi ha spiegato: “Romano tengo famiglia”. E io che gli potevo dire se l’argomentazione è questa… E’ un’operazione che a Berlusconi deve essere costata una bella somma… Comunque alla fine il Cavaliere ce l’ha fatta. Se sarà tra quindici giorni, a fine di ottobre, oppure agli inizi di novembre o, ancora, a metà del mese prossimo poco importa, ciò che conta è che l’esperienza di questo governo è finita. Ormai non è un’ipotesi ma una cosa certa».

E ad annunciare ufficialmente il funerale del governo Prodi ci ha pensato Mastella: “Ora basta, votiamo in primavera”. Insomma, Clemente grida “tana libera tutti”. E’ l’avviso di sfratto. Anche perchè bisogna salire sul carro del prossimo vincitore prima che sia troppo tardi. Così, dopo tanti timori verso Rifondazione e i duri e puri del Pdci scopriamo oggi che il governo cadrà dal centro. Ora serve solo più una bella scusa; e la manifestazione odierna della sinistra radicale cade a fagiolo. Fino ad ora i centristi scontenti avevano sempre negato le accuse di svendersi a Silvio: un coro di “non saremo noi a fare cadere il governo”. Da domani invece potranno dire che con questi “estremisti, massimalisti, radicali scesi in piazza contro il governo” non si può governare. Il plotone d’esecuzione prepara le baionette. E’ solo questione di tempo.

La data? Martedì in Senato si vota un decreto fondamentale, il collegato alla Finanziaria. Ed è pronto un emendamento, firmato Manzione-Bordon, che se passasse sarebbe la fine per Prodi: propone di ridurre a 12 i ministri. Una strage. Se al tandem che ha dato vita all’Unione democratica si unisse qualcun altro, sarebbe fatta.

7 Responses to Shopping al centro

  1. Davide ha detto:

    Bene Provo, alla fine lo hai creato, e mi piace. Non è noioso. E’ scritto bene ed è interessante. Ovviamente, manco a dirlo, lo seguirò. Sei già nei preferiti.

  2. daniele ha detto:

    prova prova prova

  3. francesca ha detto:

    bello

  4. diego ha detto:

    Bravo Gabo! E’ molto fico e poi ci sono un sacco di notizie interessanti…
    continua così! Leggerti è un piacere

  5. […] ha reso pubblico di aver rifiutato l’offerta di Berlusconi di passare all’opposizione. Noi l’avevamo detto: il Cavaliere sta facendo shopping di senatori. Soldi, poltrone e contributi per comprarsi esponenti della maggioranza. Per Randazzo era pronto […]

  6. […] lo ricordate Berlusconi che fa shopping di senatori in vista del voto sulla Finanziaria? Ve lo ricordate il mercato delle vacche di Palazzo Madama? […]

  7. […] lo ricordate Berlusconi che fa shopping di senatori in vista del voto sulla Finanziaria? Ve lo ricordate il mercato delle vacche di Palazzo Madama? Se […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: