Fausto di lotta e di governo

bertonotti02

La situazione precipita. Al Senato la maggioranza è stata battuta sei volte in un giorno. Tra queste c’era anche un emendamento che chiedeva lo scioglimento della società che avrebbe dovuto realizzare il Ponte sullo Stretto di Messina. L’emendamento è stato bocciato con 165 no e 145 sì. Lo sceriffo Di Pietro e l’Italia dei Valori hanno votato con l’opposizione. Insomma: il ponte non si fa ma la società per farlo resta in piedi. E il ministro blogger perde un pezzo del suo partito: Franca Rame ha lasciato l’Italia dei Valori.

Ma la novità più rilevante delle ultime ore è che Bertinotti, in diretta al Tg1, ha detto che serve un governo istituzionale per fare la riforma elettorale perchè il premier è “malatuccio”. Attimi di panico si sono vissuti tra i dirigenti di Rifondazione che fino a dieci minuti prima ripetevano che “se cade Prodi si va dritti alle urne”. Fatto sta che Giordano &C si sono presto adeguati all’ultimo diktat del subcomandante Fausto. Rifondazione di lotta e di governo. Soprattutto di governo, verrebbe da dire.

La troika istituzionale Napolitano-Marini-Bertinotti insiste dunque su un governo tecnico. Fassino e Rutelli sono d’accordo. Veltroni è latitante ma le voci di Palazzo dicono che anche lui si starebbe convincendo a mandare a casa Prodi. Lo scenario che incombe è tetro: governo tecnico di un anno e mezzo; Marini, Amato, D’Alema o il redivivo Fassino come premier; larghe intese con Lega e Udc che garantirebbero il loro appoggio (il meccanismo sarebbe quello già sperimentato nella commissione Affari costituzionali, dove nelle scorse settimane Udc e Lega si erano astenuti sulle riforme).

Pasticciaccio in viale Mazzini. Come se non bastasse ieri la maggioranza si è divisa in commissione di Vigilanza Rai. Il compagno Petruccioli è stato sfiduciato. Niente di grave, non è costretto a dimettersi. E lui conferma: “Per ora resto presidente”. A che cosa è servito allora il voto? Boh, misteri italiani. Comunque Udeur, Rosa nel Pugno e Italia dei Valori hanno votato con l’opposizione. Il veltroniano Lusetti commenta così: “E’ l’anticipo di quello che avverà in Parlamento”.  

2 Responses to Fausto di lotta e di governo

  1. daniele ha detto:

    Che futuro roseo….

  2. silvio e ines ha detto:

    ognuno ha le sue ragioni, ma se si continua così ci riprendiamo Berlusconi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: