Folgorato sulla via dell’Unità

unita

Di Pietro è crollato. In una melanconica lettera all’Unità, il ministro delle Infrastrutture ammette di avere sbagliato nella vicenda della Commissione d’inchiesta sul G8 di Genova.

L’amorosa missiva è destinata a Marco Travaglio, novello Messia dell’ex pm. Di Pietro ringrazia il giornalista di avergli “aperto gli occhi”. Il mea culpa è solenne: “Io e il mio partito ci siamo di fatto allineati sulle stesse posizioni del partito di Berlusconi e di quello di Mastella”. Il leader dell’Idv riconosce poi di aver “sbagliato nel comunicare male e tardi” quelle che ritiene essere – “forse sbagliando ma certamente in buona fede, buone ragioni di merito”.

I toni sono di sottomissione totale con tendenza all’auto-umiliazione. Tanto che verrebbe da pensare a un tentativo di arruolamento di Travaglio nelle file dell’Italia dei Valori. “Ho sbagliato soprattutto nel non essere riuscito a trovare una soluzione politica […]. Con il dialogo e la reciproca comprensione potevano trovare una giusta soluzione”. E Travaglio pare proprio soddisfatto: “Non capita tutti i giorni che un ministro risponda alle critiche di un giornale. E non capita quasi mai che lo faccia per dire «ho sbagliato». Da cittadino, gliene sono grato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: