Pedalando sotto il sole

pannella.jpg

Notturno bus «Io non credo nelle ideologie, non credo nelle ideologie codificate e affidate ai volumi rilegati e alle biblioteche e agli archivi. Non credo nelle ideologie chiuse, da scartare e usare come un pacco che si ritira nell’ufficio postale. L’ideologia te la fai tu, con quello che ti capita». La politica post-ideologica in quattro righe. La politica modernista, illuminata, veltroniana. L’ambientalismo del sì. Il laicismo for dummies di Odifreddi. Le proposte riformiste di Ichino. L’interventismo democratico di Hillary Clinton. Pannella in fuorigioco ripesca una vecchia intervista del 1975, concessa a Playboy: non esattamente l’Unità. E scopre, ma forse lo sospettava, che i “compagni di scuola” che l’hanno fatto fuori, ecco, i “compagni di scuola” trent’anni dopo sono arrivati sulle sue posizioni di allora. Su alcune, per lo meno. Ma per Marco, nel Pd che va solo, non c’è posto. E, così, rispunta l’idea del tandem. Ricomincia il flirt coi socialisti, a due anni dalla Rosa del Pugno, il progetto naufragato di un quarto polo laicista. «Qualcuno pensò di essere salito su taxi», chiosò Capezzone. Forse si sbagliava. Forse no. Ora il Cap. è tutto solo alla fermata dell’autobus Pdl. L’asse laico, allora. La sponda sul fronte del garofano è Franco Grillini, fuoriuscito dai Ds, che punta sulla Bonino candidata premier: «Sarebbe l’unica donna, un bel vantaggio». L’ostacolo, Gavino Angius, che a fare il secondo a vita proprio non ci sta. E i suoi fedelissimi si trinceano: «Bisogna parlarne».

Sogni e sintomi Il punto, scivoloso, è quello del simbolo. I socialisti non vogliono rinunciare, i radicali neppure. L’idea della “bicicletta” non piace a nessuno, e iniziano nuovamente i dissidi: ma è un braccio di ferro fra nani che neppure arrivano al tavolo. Un braccio di ferro fra formazioni e facce che hanno galleggiato sulla seconda repubblica fra mille difficoltà, reinventandosi ma non troppo, cambiando- già-per non cambiare affatto. E che hanno guardato, giorno dopo giorno, ad un passato-anche recente- in cui si stava meglio. «La verità è che lo Sdi si sta mangiando le mani a pensare, ora, che magari quella Rosa nel pugno l’avrebbe potuta annaffiare un pò per farla crescere», spiegava ieri Sergio D’Elia.

Liberi tutti Oltre al laicismo, c’è il garantismo. L’alleanza anti Di Pietro, «il più protetto dalla casta» secondo Pannella, che inonda le agenzie come ai tempi d’oro: «La sua situazione è quella di un leader politico oggettivamente ricattabile». Al pm de ferro. All’uomo che il garofano lo ha calpestato e spazzato via. Al ministro più popolare del governo Prodi. «Ricattabile». In queste accuse rapide, velenose, Marco, stretto nell’angolo, resta un gigante: «Allora, poichè questo signor Veltroni dice d’essere aperto a tutte le novità possibili, tranne che a noi, che rappresentiamo la più antica e nobile tradizione della politica italiana, ebbene questo signore non si illuda che lo molleremo…ah, ah, ah! Lo inseguiremo ovunque, e su qualsiasi terreno politico! Vediamo chi la spunta».

In fuga La spunterà W., non c’è da pensarci. Ma Pannella, oggi, ha in mano una carta vincente. Alzarsi dai pedali. Ripescare i vecchi numeri di Playboy, le immagini sfuocate dei cortei. Sfogliare un curriculum politico fatto di vittorie e batoste. Mettersi alla scrivania, e creare il pannellismo. Fare, cioè, il passo indietro che ci si aspetta da lui. Non più leader di partito, ma leader di opinione. Non più circondato da Bernardini e D’Elia, ma pensatore libero sulla scia di Monti etc. Un Pannella professore, a capo di un think tank liberale e laico, a dettare agende e inseguire il futuro. Fuori dai giochi del palazzo. Dentro le stanze dei bottoni. Col sigaro acceso, e senza tessere nel taschino. Marco Le Roi, che guarda tutti dall’alto. E ride fino a vomitare delle biciclette socialiste con le ruote sgonfie.

Il vicario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: