Neri per caso

assunta.jpg

«Aò, questi menano». Metaforicamente, chiaro. Ma con la forza degli esclusi che possono contare su radici solide. La Destra di Francesco Storace, epurator per gli amici, cuore nero ma solo a metà, mena. I sondaggi non riescono a capirne il valore. Roberto Weber (Swg), per esempio, ammette la propria difficoltà: «Il dato che potranno ottenere è molto difficile da capire. Presentano un candidato premier donna, parteciperanno ai dibattiti e potrà esserci un pò di erosione. Quindi è ipotizzabile un 2-3%». Poco, in generale. Molto, visto che Storace, di associarsi al listone Pdl, «nun ce pensa proprio», chè il Pdl è «una marmellata» destinata inevitabilmente «ad abbracciare Veltroni il giorno dopo le elezioni». «Coerenti, liberi e sereni», eccolo lo slogan de La Destra. «Il nostro popolo troverà liste che avranno la forza della passione. Non avremo neppure il tempo di litigare sulle candidature, perchè la cosa più importante è oltrepassare il quorum del cuore», spiega Storace sul suo blog.

Nero bifamiliare
La mutazione genetica è in corso. I duri, le anime nere, puntano a oltrepassare il «quorum del cuore». Candidano, unici in tutto il Paese, una donna, Daniela Santanchè. Tuonano contro la Casta. Snocciolano romanticherie, ma non dimenticano: «Nessuna coalizione ci potrà mai chiedere di andare in un’agenzia di viaggi a fare un biglietto per Gerusalemme per maledire il fascismo!».

Fascistismi
In realtà, la mossa centrista di Fini, non li ha spiazzati. Ha spiazzato i colonnelli di An, che si vedono superare dai berluscones. Ma la destra popolare, da osteria, potrebbe rimanere con Francè. Che, per non lasciare soli i vecchi camerati, ha iniziato la sua scalata al Campidoglio. Una scalata fatta di manifesti- «Rutelli e Veltroni presentano la grande fuga da Roma, il solito film» e invettive «Chi ci sottovalutà si pentirà». Ovvero, l’abc della comunicazione nera degli anni settanta, perfetta per parlare alle pance dei delusi dai vertici e, soprattutto, per penetrare nel tessuto romano, uno dei pochi in cui, ogni tanto, esplode la nostalgia canaglia.

Strategie 
La strategia non piace ad Alessandra Mussolini: «Buontempo è la seconda B dell’indimenticato ticket con Borghini, che portò al clamoroso tracollo elettorale contro la sinistra e Storace, sia personalmente che attraverso sui assessori, ha ancora seri problemi con la giustizia, che dovrebbero sconsigliarlo di tornare a calcare le scene del delitto». “Er Pecora” ci mette un attimo: « Saremo anche vecchi arnesi, ma certamente non siamo attricette fallite». Ma la nipotina d’arte sta coperta. Segue Berlusconi, appare in tv. Cerca un consenso pop, patinato, che non ha nulla a che fare con la base, con le viscere, con i ricordi delle sezioni. L’unica donna segretario del Popolo della Libertà china il capo sull’election day, si impegna personalmente per vigilare contro eventuali brogli nella corsa amministrativa, e si becca la bordata di Luca Romagnoli- segretario di Fiamma Tricolore e indimenticabile protagonista di un’intervista a Sky «Se le camere a gas sono mai esistite? Francamente non ho nessun mezzo per poter affermare o negare»- che boccia così la Mussolini: «Tiriamo un gran sospiro di sollievo: se Alessandra si impegna a garantire legalità nella raccolta delle firme, allora siamo tutti più tranquilli. Magari confortati anche dai giudici che sulle firme raccolte in passato da lei e da Azione sociale, sono ancora al lavoro».

La luna nera
Insomma, il sogno di un’ultradestra unita naufraga prima di essere sognato. La Cosa nera paventata non dura che pochi giorni, per sfracellarsi sotto i colpi di giudici (“Toghe rosse”, problema facilmente accantonabile) e antichi rancori personali. Il fascismo immaginario non ha presa. Donna Assunta, la nonna di tutti, l’unica a non gettare la spugna, non riesce farsene una ragione: «Il giorno delle elezioni sarò perplessa, confusa e non sarò l’unica. Può darsi che sulla scheda scriva: “W Almirante”».
Il vicario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: