Into the wild

l.jpg

Napolitano forse sta scherzando: «I toni in campagna elettorale rimangano pacati». Ma, in questa campagna, è come se lo stereo non si fosse neanche acceso. Qualcuno ha provato a girare la manopola. Nulla. Zzzzzzzzzzzzzzzzzzz. Rumore di fondo. Berlusconi è sicuro di vincere, convinto che- al momento di governare- qualcuno dei suoi proverà a mettergli il bastone fra le ruote, e allora resta abbottonato. Walter cerca il basso profilo: «Sono soddisfatto di due cose. La vita politica è cambiata, senza la nostra scelta coraggiosa saremmo di nuovo nelle 4 campagne elettorali con Berlusconi candidato, fatte tutte nello stesso modo con le stesse coalizioni. La seconda novità è una novità di toni. Io non ho mai preso una posizione aggressiva, posso ragionare, discutere, ma non ho mai fatto un attacco personale, mai usato toni che non fossero rispettosi nei confronti dell’avversario. Bisogna avere curiosità dell’altro. L’idea che si vinca a urla è un’idea alla quale non mi piegheròmmai». Pochi obamismi, molto spazio all’economia, storicamente il suo tallone d’Achille.

Generazione mille euro Eccolo, il new deal veltroniano: la svolta sarkozista sul tema della pedofilia, «un problema di dimensioni incalcolabili che merita pene più severe», il tetto minimo per i salari – «serve un compenso minimo per i precari, che non possono avere meno di 1.100 euro», il patto con Di Pietro sull’uso moderato della forca- «i magistrati devono potere intercettare chi vogliono, però le intercettazioni non devono essere pubblicate sui giornali perchè l’utilizzo di queste carte è sbagliato». Casini fiuta il trappolone: «Molti andranno a votare per Berlusconi o Veltroni pensando di trovare e votare due candidati alternativi, ma il giorno dopo il voto vedranno che hanno fatto un accordo».

L’opzione Canada Eppure, anni fa, i rapporti fra i due erano molto più tesi. Il leader del Pd attaccò con forza il Cav. ai tempi della sua scalata-Mondadori: «Rappresenta una prospettiva di paurosa omologazione politica, è un pericolo per la democrazia». Poi la politica ha fatto il suo corso. Oggi, il leader del Pdl è «un interlocutore prezioso». Il patto anti-nani, insomma, ha cancellato i dissidi. Ieri mattina, un opinionista di centrosinistra, molto critico con l’attuale classe dirigente, mi raccontava che «tra qualche anno avremo il Cavaliere presidente della Repubblica e Veltroni a palazzo Chigi. Io emigro in Canada». Qualcuno è pronto a seguirlo.

Numeri Perché la situazione che si delinea è chiara. Il sondaggio di oggi, firmato Crespi- quel Crespi, sopravvissuto a mille burrasche giudiziarie e braccio destro del Cav per anni- è lapidario. Silvio Berlusconi parte con il 43%, Walter Veltroni con il 34,5. Dietro c’è ancora un pò di confusione, ma sicuramente Fausto Bertinotti con il 10% è l’unico che può puntare ad un risultato a due cifre. Seguono tre candidati appaiati tra il 4 e il 4,5%: Daniela Santanchè (4,5%), Bruno Tabacci ed Emma Bonino al 4%. Cifre un po’ troppo basse, quelle che riguardano W. Ma che dimostrano che la sterzata prevista all’interno del loft è ancora lontana.
Il vicario

2 Responses to Into the wild

  1. RondoneR ha detto:

    il rischio più grosso, per ora, è quello di essere schiacciati dalle Lasagne Elettorali Killer.

    che fine ingloriosa

  2. ross ha detto:

    Non si sente volare una mosca, è vero. Come Totò in un vecchio film, io sto aspettando perché “voglio vedere come va a finire” Tutti ostentano sicurezza, nessuno ce l’ha davvero. La partita si giocherà le ultime due settimane. Siamo tutti stufi e sfiduciati, Vincerà chi, come è sfuggito a Zapatero, riuscirà a demonizzare l’avversario in maniera credibile all’ultimo minuto, per convincere gli incerti e farli decidere senza che abbiano il tempo di riflettere ed operare una seria critica su quanto televisione e giornali compiacenti avranno servito. Non vorrei andarmene in Canada: clima troppo freddo.
    Ross

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: