La politica in terra di cannoli

fava.jpg

Oggi voliamo alto. Abbiamo intervistato un politico che sa fare il suo mestiere. Si chiama Claudio Fava. Per le elezioni del 13/14 aprile è candiato per il Senato come capolista della Sinistra Arcobaleno in Sicilia. Giornalista prestato alla politica, è stato tra i fondatori de La Rete con Leoluca Orlando, Nando Dalla Chiesa e Diego Novelli.

Segretario regionale dei Ds in Sicilia dal 1999 al 2001, Fava entra successivamente nella direzione nazionale dei DS e diventa europarlamentare per due mandati concecutivi. Il suo ultimo libro, “Quei bravi ragazzi”, racconta un anno di lavoro alla guida della Commissione d’inchiesta di Bruxelles sulla CIA e le extraordinary renditions. Ma oggi parliamo di elezioni e di Sicilia.

Allora Fava, chi vincerà?
Berlusconi, senza dubbio.

Capolista al Senato per la Sinistra Arcobaleno in Sicilia. Fava, ma lei è pazzo?
Pazzo perchè la sfida è impossibile? O perchè ho scelto Sinistra-Arcobaleno? Le confesserò: mi sarei ritenuto pazzo a candidarmi capolista al Senato per il Partito democratico, avendo alle mie spalle, nella stessa lista, Mirello Crisafulli.

Sì, ma l’otto per cento per voi è un miraggio…
E noi faremo di tutto per farcela.

Con Fausto tutto bene?
Certo, con Bertinotti vado d’accordo. Sia sul piano personale che su quello politico.

Non sarebbe stato meglio un leader un po’ più giovane e brioso? Che ne dice di Vendola?
Sono d’accordo: Nichi era un candidato ideale, non solo e non tanto per l’età ma per la sua capacità di fare dell’impegno politico una grande suggestione e passione civile.

Veltroni ha detto alla mafia di “non votare Pd”. Che ne pensa?
Fa bene. Probabilmente ha in mente alcuni suoi candidati siciliani che i voti della mafia potrebbero raccoglierli e accoglierli.

Secondo Casini “non è giusto che le liste le faccia la magistratura”.
Infatti le liste dell’Udc le ha fatte Casini. Solo lui poteva ricandidare capolista al senato un signore, Cuffaro, condannato all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Veltroni dice che “per fare le riforme serve un’intesa col Cavaliere”. Prodi invece si era sempre detto fieramente “incompatibile” con Berlusconi. Lei da che parte sta?
Non amo gli inciuci nè i consociativismi. Non sto con il Pd ma con Sinistra Arcobaleno anche per questo.

D’accordo ma l’anti-berlusconismo è roba superata…
Non per i cittadini. Prendiamo il nodo del conflitto d’interessi: non è vero che agli elettori non importa nulla. E infatti l’argomento è tra le priorità della Sinistra Arcobaleno.

Torniamo in Sicilia: che cosa ne pensa della candidatura di Sonia Alfano?
E’ inutile. Servirà solo a togliere qualche voto di protesta a chi la lotta alla mafia e per i diritti dei siciliani la fa per davvero, nelle piazze e dentro le istituzioni.

La Finocchiaro ha qualche speranza di farcela?
Temo proprio di no. Vincerà Lombardo che è un Cuffaro fresco di lavanderia.

Sta parlando di quel Cuffaro che i suoi conterranei hanno votato e voteranno in massa?
Verissimo. Ma i siciliani ogni tanto hanno un lampo di indignazione che li porta a raddrizzare la schiena. Ogni tanto…

Casini candida anche Salvatore Cintola, Saverio Romano, Calogero Mannino e Giusy Savarino. Ma anche a sinistra gli uomini dell’anti-mafia sono stati stati messi da parte.
E’ vero il contrario. A sinistra chi si è battuto contro la mafia sta in lista: io sono capolista al Senato in Sicilia per Sinistra-Arcobaleno, Forgione in Calabria, la Borsellino candidata alle regionali siciliane e al Senato.

Mi riferivo al Pd…
In tal caso la domanda è mal formulata: quello di Veltroni non è affatto un partito di sinistra, per ammissione del suo stesso leader.

L’idea di inviare l’esercito in Sicilia è proprio una follia? Verrebe da dire: meglio il controllo dell’esercito che quello della mafia.
Non è una follia se serve ad affrancare dalla vigilanza di “obiettivi sensibili” polizia e carabinieri. Come è utilmente accaduto in passato.

Varchiamo lo stretto: Crotone ha 60mila abitanti. E’ un paesone. Tutti sanno che dopo un barbaro omicidio scatterà la guerra tra clan. Tutti sanno che presto arriveranno altri morti. Non è un’assurdità che lo Stato non riesca a impedirlo.
Non è un’assurdità: è un limite. E la conseguenza di non aver realmente considerato la lotta alle mafie una priorità nel governo Prodi.
 
Allora Fava, che fa il 13 e il 14 aprile?
Starò con la mia famiglia, finalmente. E poi andrò a votare.
 
E dal 15 in poi?
Se prendiamo in Sicilia l’8% andrò a fare il senatore. Altrimento resterò al parlamento europeo.

12 Responses to La politica in terra di cannoli

  1. Skeight ha detto:

    Peccato che i leader dei partiti della sinistra non la pensassero come Fava riguardo Vendola…

  2. Forse presentare vendola sarebbe stato negativo per la Puglia, che ha bisogno di lui, e alla fine, non troppo positivo per la SA: Vendola sarebbe stato bruciato quando ancora non è molto conosciuto.
    complimenti per il blog!
    io ne ho uno in cui parlo principalmente di mafia!
    Ciauu
    Antonella
    cosedicasanostra.blogspot.com

  3. […] Original post by pornopolitica […]

  4. Beppe ha detto:

    Bella Gab

  5. Lorenzo ha detto:

    Poter votare per un politico che dice queste cose (e fa anche i fatti, sennò le parole da sole non contano) è un privilegio che invidio ai siciliani. Quelli onesti e coraggiosi, cioè. Gli altri votino PD e PDL.

  6. Uomo triste ha detto:

    Ho iniziato a leggere l’intervista con interesse e mano a mano mi dicevo: ce ne vorrebbe di più di politici come questo. Poi arrivo all’ultima domanda (e risposta) e mi sono cascate le braccia: alla fine la sedia, bella comoda ce l’ha già e non rischia niente neppure lui. Vergogna, doppia vergogna.
    Fava sei ‘na fava. (Quanno ce vò, ce vò)
    Anonimo scazzato

  7. sinigagl ha detto:

    C’è in questi giorni un certo mormorio in rete. Si parla sottovoce di rimonta del PD: noi di http://www.politiche08.org abbiamo qualche dato che avvalora l’impressione, nonostante sia proibito divulgare sondaggi. Date un occhio alla nostra analisi!

  8. michele ha detto:

    Caro UOMO TRISTE, sei rimasto deluso perchè Fava ha già una poltrona? Ma smettila!!!! La tua non è neppure anti-politica, è idiozia vera e propria!!!! Ma ci rendiamo conto che il politico è un mestiere e servono anche competenze, capacità, esperienza???

    Ti svelo un segreto: purtroppo Fava non verrà eletto!!!!! Ma per fortuna continuerà a servire il Paese dal Parlamento europeo dove ha fatto, sta facendo e farà ancora un lavoro straordinario!!!!!

    P.S. La SA in Sicilia prenderà il 7%. Le mancheranno proprio i voti di beppe grillo e sonia alfano…. Ma loro sì che sono il nuovo che avanza!!!!!

  9. ross ha detto:

    Fino a prova contraria Fava è un onorevolissimo uomo politico e meno male che la poltrona la occupa degnamente per coloro che lo hanno eletto. Uomo triste forse desidera che il suo posto lo lasci ai soliti mestieranti? Io vorrei tanto che ce ne fossero parecchi, come Fava ma vedo intorno una gran desolazione, con qualche raro candidato ancora da considerare degno di rappresentare e di aiutare questo popolo scoraggiato a recuperare la propria dignità e i propri diritti.

  10. […] buio fitto. In Sinistra democratica la partita è già chiusa: l’eurodeputato Claudio Fava (intervistato da Pornopolitica prima del voto) è stato eletto coordinatore al posto del dimissionario Fabio Mussi. La prima mossa […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: