LA MARATONA ELETTORALE

Un pugno in faccia. Berlusconi ha stravinto le elezioni. Il Cavaliere ha trenta senatori di vantaggio. Il Pd non brilla, al loft si affilano i coltelli contro Veltroni. Lega a valanga, l’Udc regge. La notizia del giorno è il disastro della Sinistra Arcobaleno. Bertinotti & C non eleggono neanche un Parlamentare: per loro è l’inizio della fine.

1.08 – La maratona finisce qui. La notte ci attende. Durerà almeno cinque anni. Grazie a tutti voi che ci avete seguito.

Diego & Davide

0.45 – E ultimo viene il Lazio. Silvio Berlusconi si aggiudica per il Senato la regione: quando restano da scrutinare 73 sezioni su 5235, la coalizione Pdl-Mpa ha oltre 87 mila voti di vantaggio. A Berlusconi vanno 15 seggi su 27.

0.26 – Santanchè: “Un parlamento senza la sinistra e senza la destra è un parlamento assolutamente triste, soprattutto per i giovani”.

0.17 – Pdl 37,1%, Pd 33,3%, Lega 8,5%, Udc 5,6%, Idv 4,4%: dati quasi definitivi alla camera. Le camicie verdi sono il terzo partito italiano. Tutti gli altri non passano.

0.00 – Berlusconi: “Fini presidente della Camera, Frattini agli Esteri, due ministeri alla Lega”.

23.50 – Grande cordoglio al funerale della sinistra, anche Casini in lacrime per la sua morte prematura: ”Come democratico e come ex presidente della Camera dico che tutto sommato mi spiace che siano fuori le persone più distanti da me sotto il profilo ideologico, culturale e politico, cioè la Sinistra Arcobaleno. Perché ritengo che forze di estrema sinistra nel Parlamento comunque diano un contributo di dissenso fortissimo che si incanala nelle istituzioni”.

23.49 – Soltanto Maroni non si smentisce. “finalmente è caduto il muro di Berlino anche in Italia”.

23.47 – Fini: “la scomparsa della sinistra è un elemento politico di grande rilievo ma anche una situazione che non trova riflesso nel Paese”. Dubbi sulla legge elettorale?

23.42 – Feltri a Matrix cercando di confortare Bertinotti: “sono sempre stato socialista”. Ma un tempo non si cercava di saltare sul carro del vincitore?

23.18 – Zapatero è stato il primo capo di un governo straniero a chiamare Silvio Berlusconi per congratularsi della sua vittoria. Nessuno è perfetto…

23.08 – Mentre in Sicilia la Finocchiaro è sotto di 18 punti. Nulla di nuovo sotto al sole.

22.44 – Ma la situazione qual è? Senato B: 47,16; W: 38,14 (57.307 su 60.048 sezioni). Camera B: 46,49; W: 37,85; Udc 5,54; SA 3,1 (52.617 su 61.062). Insomma, è quasi finita ed è una disfatta. Altroché pareggio.

22.39 – Tremonti a Matrix impazzisce: “la mancanza della sinistra dal Parlamento italiano non è un male soltanto per la sinistra ma anche per il paese”.

22.32 – Per la prima volta dal 1948 nel Parlamento Italiano non ci saranno rappresentanti comunisti e socialisti. Per qualcuno un sogno si avvera. Per altri è un incubo.

22.24 – Stasera a casa di Silvio: Bossi dice “Vado da Berlusconi a festeggiare”.

22.22 – Franceschini (Pd): “oggi è una giornata che verrà ricordata perché cambia gli equilibri della politica italiana e apre una stagione diversa”.

22.20 – Secondo la quinta proiezione Consortium sui seggi in Senato, il Pdl più Lega più Mpa ottiene 167 senatori (141 il Pdl, 23 la Lega, 3 l’Mpa), mentre al Pd più Idv vanno 137 seggi (122 il Pd, 15 l’Idv).

22.18 Continua la maratona elettorale di Pornopolitica, a cura di Davide Picatto e Diego Meggiolaro. Seguiteci e commentate.

22.17 – Berlusconi da Arcore: “Non approveremo mai un solo provvedimento che aumenti l’imposizione fiscale e diminuisca la libertà dei cittadini”. Questo in collegamento telefonico con ‘Matrix’.

22.11Bersani: “Noi abbiamo fatto un partito, loro per adesso hanno fatto una coalizione elettorale. Vedremo se alleanza c’è o non c’è”. A Matrix da Mentana.

21.57 – Berlusconi da Arcore, al telefono con Matrix: “Confermo l’assoluta apertura affinché il dialogo con l’opposizione ci sia, e sia fruttuoso”. Ha aggiunto che “saremo aperti a suggerimenti migliorativi” sulle riforme da intraprendere.

21.52 – Berlusconi: “Non ci vorrà molto tempo” per la formazione del governo. Lo ha assicurato a ‘Porta a Porta’ il leader del Pdl Silvio Berlusconi spiegando: “ho già parlato con Bossi e Fini, ho già tutto in testa”. Gli alleati sono d’accordo? “Per quel che mi risulta sì“. Berlusconi ha inoltre aggiunto che questa volta sarà più facile governare perché “abbiamo uomini esperti”. Il Cavaliere conferma, infine, che al governo ci saranno “almeno quattro donne”.

21.34 – Berlusconi: “ci attendono anni difficili”. Rifiuti, piano casa, aiuti alle famiglie, Alitalia, grandi opere, senza prendere provvedimenti fiscali. Sono alcuni dei punti elencati come priorità del programma di Silvio.

21.31 – Bossi sbeffeggia Veltroni che si era appena congratulato con i vincitori sostenendo di essere pronto alla stagione delle riforme: “Questa volta noi abbiamo la forza e anche senza il PD siamo in grado di fare le riforme.”

21.30 – Berlusconi al telefono di Porta a Porta: “Sono commosso per il risultato elettorale che si profila”.

21.20 – Attenzione: in base alla terza proiezione Consortium per la Rai, al Senato a Pdl, Lega e Mpa vanno 162 seggi mentre a Pd e Idv ne vanno 142. All’Udc vanno 2 senatori, mentre 8 vanno ad altre forze politiche. Si riduce il distacco, la Lega torna decisiva.

21.18 – Bossi: “Siamo noi il partito nuovo dei lavoratori”. “La Lega l’hanno votata i lavoratori che non ne potevano più di votare a sinistra dopo il Tfr e dopo tutto quello che la sinistra ha fatto”.

21.16 – Liguria: Il Pdl insieme alla Lega si è aggiudicato dopo anni la maggioranza al Senato: 44,1% contro il 43,1%. Continua il vantaggio, anche se di poco, nel Lazio.

21.14 – Sicilia: secondo le proiezioni il successo di Lombardo si fa ancora più vasto con 58%, mentre Anna Finocchiaro si ferma al 36,5%.

21.08Giordano: “Prendendo atto che la sconfitta sia inequivocabile, il sistema americano rischia di prendere campo in questo paese, con due due forze politiche che hanno fatto il pieno e polarizzano il parlamento e una sinistra in Italia che, per almeno per i prossimi 5 anni scompare; e alla fine il modello americano premia la destra”.

21.04 – “Penso che la salvezza della sinistra sia l’opera difficilissima a cui siamo chiamati all’indomani di questa sconfitta”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. “Credo – ha aggiunto Vendola – che non ci sia mai stato un voto così omogeneo come quello negativo per la Sinistra Arcobaleno, non c’è radicamento territoriale, non c’è Toscana, non c’è zona rossa, non c’è niente che abbia tenuto. Per cui penso che oggi il tema – ha continuato Vendola – sia quello di far convergere tutte le forze che non sono disponibili a seppellire l’esperienza storica della Sinistra politica in Italia”. 20.58 – Arcore: Silvio decide di non scendere a Roma e di cenare con amici di vecchia data, Bondi, Dell’Utri, Galliani e il parlamentare ed avvocato personale del cav. Niccolò Ghedini.

20.40 – Camera, dati reali dal Viminale quando siamo alla metà delle sezioni scrutinate: Pdl 35,4%, Lega 9,3% (tot 45,52); Pd 34,4%, Idv 4,2% (tot 38,66); Udc 5,34%; SA 3,14%; La Destra 2,43%; PS 0,88%…

20.32 – Bertinotti: “La mia vicenda di direzione politica termina qui, purtroppo con una sconfitta. Non cambio la mia decisione di continuare perché la mia vita è impegnata nella politica”. Fausto Bertinotti, come promesso, conferma che abbandona la prima linea di battaglia politica pur non ritirandosi a vita privata. “Proseguirò da militante, nei ruoli che mi saranno dati”.

20.31 – Bertinotti: “La competizione per la governabilità”, il voto utile “ha prodotto uno svuotamento a sinistra senza che si producesse una crisi della destra che permettesse al Pd di compensarla e quindi di accedere al governo”. E’ uno dei passaggi dell’analisi di Fausto Bertinotti, commentando a caldo il voto all’Hard Rock Cafè, prima di raggiungere gli studi di “Porta a Porta”. La conclusione è che: “E’ finita male in tutti i modi”, cosa che per Bertinotti dovrà comportare “una discussione nel campo del centro e della sinistra”.

20.29 – Bossi: “è stato un voto di proposta, e non di protesta”.

20.15 – Veltroni, poco allegro in mezzo ai suoi, augura buon lavoro a Berlusconi e ringrazia i suoi elettori. Contento dell’affluenza alle urne, sui dati in possesso dice: “c’è stato un riequilibrio nella destra a favore della Lega contro al Popolo delle Libertà”. Si augura il rispetto dei valori costituzionali e sottolinea come buono il risultato del PD “la più grande forza riformista che il paese abbia mai avuto”.

20.03 – Proiezione di Consortium per la Rai alla Camera: la coalizione Pdl-Lega-Mpa avrà 340 seggi, la coalizione Pd-Idv ne avrà 241. Al Pdl 284 seggi, alla Lega Nord 47, al Movimento per l’Autonomia 9; PD 209 seggi, all’Idv 32, nessuno alla Destra Fiamma Tricolore e alla Sinistra Arcobaleno, 34 all’Unione di Centro.

20.01 – Veltroni dal loft: “Abbiamo fatto la cosa giusta per l’Italia”

19.55 – Boselli ha annunciato che lascia la guida del Partito Socialista attaccando Veltroni: “Ha spalancato le porte del governo a Berlusconi e gli ha consegnato il Paese per 10 anni…siamo di fronte alla più grande sconfitta dal ’48 ad oggi.”

19.54 – Giordano (Prc) sul risultato della SA: “Dobbiamo ripartire ricostruendo una casa per la sinistra”.

19.53 – Nei risultati reali per la Camera in arrivo dal Ministero, aumenta il vantaggio per Berlusconi (45% a 39%) quando siamo a poco meno di 1/3 di sezioni scrutinate.

19.46 – Risultati provvisori per il Senato, 40.014 sezioni scrutinate su 60.048: Pdl 37,030%, Lega Nord 8,634, Pd 34,501%, Di Pietro-Idv 4,231, Unione di Centro 5,607, La Sinistra-L’Arcobaleno 3,249, La Destra-Fiamma Tricolore 2,078%.

19.41 – Grande risultato elettorale della Lega, ma in Senato rischia di non fare la voce grossa: i suoi 22 senatori probabilmente non saranno fondamentali per mister B.

19.36 – In Piemonte 8-9 punti percentuali in più al Senato per Silvio (sempre secondo proiezioni). Piccolo contentino: a Torino città controtendenza, con Veltroni a 46,8% e Berlusconi a 38,7% (dati praticamente definitivi).

19.34 – In Senato, secondo le proiezioni, Berlusconi potrebbe fare a meno dei 22 senatori della Lega: ne avrebbe comunque 10 in più di Veltroni (143 a 133).

19.30 – Dato definitivo: l’affluenza al voto alle politiche 2008 è stata dell’80,45 % contro l’83,61 delle precedenti elezioni

19.22 – Risultati provvisori reali delle elezioni per il Senato degli scrutini di 33.514 sezioni su 60.048 (poco più del 50%): Pdl 36,9, Pd 34,7, Lega Nord 8,8, Udc 5,6, Idv 4,2, Sinistra Arcobaleno 3,3, La Destra 2,1.

19.17 – Gagliardi (SA): “…conoscevamo la difficoltà che avevamo di fronte. Non immaginavamo un risultato così negativo, ma il bisogno di rinnovare la forza di sinistra resta aperto, sulla scena… abbiamo avuto tempi stretti per mettere su un progetto credibile per gli elettori”

19.14 – Casini: “C’è stato il voto utile… in una condizione impossibile siamo gli unici che hanno vinto la lotta… rivolgo i miei auguri a Berlusconi ed alla Lega… faremo un’opposizione costruttiva, non sfascista. La fiducia la voteremo contro.”

19.10 – Nuova proiezione (copertura 62% del campione) Consurtium con l’assegnazione dei seggi per il Senato: Pdl+Lega+Mpa 166 seggi; Pd+Idv 138; Udc 2.

19.07 – Sicilia: Lombardo 10 punti percentuali in più della Finocchiaro.

19.06 – Seconda proiezione alla Camera (49%): Berlusconi 45,5%, Veltroni 38,8%, Udc 5,6%; SA 3,6%; La Destra 2,7%; PS 0,9%.

18.59 – l ministro dell’Interno Giuliano Amato ha comunicato i dati relativi all’affluenza alle urne: “L’affluenza è attorno all’80,4%, quindi superiore alla soglia simbolica dell’80%, ed e’ mediamente inferiore di 3,5 punti rispetto alle elezioni precedenti. Le regioni nelle quali si e’ votato di meno sono palesemente Liguria e Sardegna”.

18.54 – Bindi preoccupata dal successo Lega (22 senatori), La Russa porta gloria ai suoi sondaggi pre-elettorali

18.53 – Buttiglione: “Berlusconi ha vinto, noi (Udc, N.d.R.) faremo opposizione”.

18.51 – Conferenza stampa di Amato sui dati di affluenza che evidenzia un più alto astensionismo a Napoli.

18.49 – La Sinistra Arcobaleno ammette la disfatta con Bonelli (Verdi) per voto utile e astensionismo dell’elettorato deluso dalla mancanza di novità (3 punti percentuali in meno di votanti rispetto al 2006).

18.47 – Lazio testa a testa in Senato 42,7% per Berlusconi, 42,5% per Veltroni.

18.42 – Storace al Tg3, tranquillo e pacioso, attacca Berlusconi: “Si è comportato male con noi, figurarsi con gli italiani…è stato scelto non perché il migliore, ma perché il meno peggio in giro”.

18.38 – Proiezioni Senato al 90%: Silvio dà 9 punti di distacco a Walter: 47,1% a 37,9%. Solo l’Udc in Sicilia supera l’8% ed ottiene un pugno di senatori. Ecco gli altri a livello nazionale: Udc 6,0%, Sinistra arcobaleno 3,6%, la Destra 2,3%, Ps 0,8%, Sinistra critica 0,4%

18.36 – La Sinistra Arcobaleno rischia la disfatta. Fuori dal Senato in ogni regione, secondo le proiezioni rischia grosso anche alla Camera.

18.29 – Prima proiezione (copertura 62% del campione) Consurtium con l’assegnazione dei seggi per il Senato: Pdl+Lega+Mpa 164 seggi; Pd+Idv 139; Udc 3 (grazie alla Sicilia).

18.28 – Rosy Bindi mette le mani avanti: al TG3 parla di una buona operazione politica per il PD al 34%.

18.25 – Prime proiezioni alla Camera (18%):Pdl 37,3% Lega 7% Mpa 0,9; Pd 34% Idv 5,1%; Udc 5,3%; Sa 3,4%; La Destra 2,8%; Ps 0,8%.

18.23 – Capovolgimento in Liguria: Berlusconi è in testa e, per ora, si aggiudicherebbe 5 seggi senatoriali su 8. Pdl e Lega hanno il 44,2% dei voti, Pd e Idv 42,9%

18.19 – Senato: stillicidio per La destra, nel Lazio raggiunge solo il 3,3%.

18.18 – N.B: i dati reali dal ministero non valgono praticamente nulla, bisogna aspettare che più sezioni siano scrutinate. Sulla camera si hanno solo i dati degli exit poll, che sono abbastanza tranquilli, mentre per il Senato abbiamo già 3 proiezioni che danno in vantaggio Berlusconi, che per altro prende sempre più strada. La tendenza sembrerebbe essere questa.

18.10 – Dati veri Dal ministero per la Camera: dopo lo scrutinio di 2101 sezioni, solo l’Udc supera lo sbarramento del 4%. B in vantaggio col 42,41%, W a 41,01%.

18.07 – Toscana: Pdl e Lega 35,7% (Pdl 33,8%, Lega 1,9%), Pd e Idv 48,2% (Pd 43,7%, Idv 4,5%), Udc 4%, SA 5,5%, La Destra 2,6%, PS 1%

Marche: Pdl e Lega 38% (Pdl 35%, Lega 3%), Pd e Idv 44,9% (Pd 39,9%, Idv 5%), Udc 5,3%, SA 4,3%, la Destra 3,4%, PS 0,8%

Puglia: Pdl e Mpa 47,6% (Pdl 45,5%, Mpa 2,1%), Pd e Idv 36,5% (Pd 31,6%, Idv 4,9%), Udc 6,1%, Sinistra arcobaleno 4,4%, La Destra 1,6%, PS 1%

Umbria: Pdl e Lega 37,1% (Pdl 35,4%, Lega 1,7%), Pd e Idv 46,4% (Pd 42,8%, Idv 3,6%), Udc 5,4%, SA 3,8%, La Destra 3,2%, PS 1,5%

18.00 – Con i dati virtuali delle proiezioni per il Senato, grande fiducia alla Lega nel Nord, vantaggio che si allarga per mister B, solo l’Udc fra i nani supera lo scoglio dell’8% (in Sicilia, ovviamente…). Il voto utile cancella la Sinistra Arcobaleno.

17.59 – Veneto: Pdl e Lega 51,6% (Pdl 29,2%, Lega 22,4%), Pd e Idv 34,4% (Pd 29,6%, Idv 4,89%), Udc 5,1%, Sinistra arcobelano 2,7%, La Destra 1,6%, PS 0,6%

Liguria: Pd e Lega 40,9% (Pdl 34,9%, Lega 6%), Pd e Idv 45% (Pd 39,8%, Idv 5,2%). Udc 3,6%, Sinistra arcobelano 3,7%, La Destra 2%

17.56 – Camera, risultati reali dal Viminale (1706 su 61062): B al 42,69%, W al 41,51%.

17.53 – Sicilia: L’Udc entra al Senato con l’8,7%, secondo le proiezioni Consortium. Nella regione, Pdl e Mpa ottengono complessivamente il 51,3% (Pdl 46,5%, Mpa 4,8%), Pd e Idv il 32% (Pd 27,9%, Idv 4,1%). Sinistra arcobaleno 3%, La Destra 1,8%, PS 0,4%.

Sardegna: Pdl e Lega Nord 45,1% (Pdl 44,9%, Lega 0,2%). Pd e Idv 39,5% (Pd 34,2%, Idv 5,3%). Udc 5,4%, Sinistra arcobaleno 3,7%, La Destra 1,2%, PS 1%

17.48 – Proiezioni Consortium per il Senato nel Lazio: Pdl e Mpa ottengono complessivamente il 41,9%, Pd e Idv il 40%. Udc 4,4%, Sinistra arcobaleno 4,8%, La Destra 3,3%, PS 0,7%.

Basilicata: Pdl e Mpa 35,3% (Pdl 35,1%, Mpa 0,2%), Pd e Idv 46,9% (Pd 40,2%, Idv 6,7%). Udc 61,%, Sinistra arcobaleno 3,4%, La Destra 2,2%.

Molise: Pdl e Mpa 40,4% (Pdl 39,1%, Mpa 1,3%), Pd e Idv 43,7% (Pd 17,3%, Idv 26,4%). Udc 5,3%, Sinistra arcobaleno 2,6%, La Destra 2%, PS 1,2%

Friuli Venezia Giulia: Pdl e Lega Nord 45,1% (Pdl 35,5, Lega 9,6). Pd e Idv 38,8% (Pd 34,3%, Idv 4,5%). Udc 52,2%, Sinistra arcobaleno 4,1%, La Destra 2,3%, PS 0,5%.

17.47 – Piemonte: B 47,5%; W 39,1%.

17.41 – Proiezioni 49% Senato: Lazio Pdl-Mpa 41,9% PD-IDV 40% SA 4,8% Udc 4,4% La Destra 3,3%; Basilicata Pd-Idv 46,9% Pdl 35,9%; Friuli Pdl-Lega 45,1% Pd-Idv 38,8%; Liguria Pd-Idv 45% Pdl-Lega 42,4%.

17.39 – Secondo le proiezioni Consortium nazionali (copertura 44%) Pdl, Lega Nord e Mpa ottengono il 44,9% (Pdl 38,3%, Lega 5,6%, Mpa 1%), Pd e Idv 38,2% (Pd 33,3%, Idv 5,2%). Udc 5,7%, Sinistra Arcobaleno 4,8%, La Destra 2,4%, PS 0,7%, Sinistra critica 0,6%, Unione democratica consumatori 0,6%, Partito comunista dei lavoratori 0,5%.

17.31 – Cosa dicono gli altri: Ipsos per Mediaset nella sua terza proiezione delle 17.08 dà il Pdl, la Lega e il Mpa al 47%, mentre Pd e Idv al 38,5%.

17.26 – Dati reali alla Camera di 472 sezioni su 61062: W 43,66%, B 41,16%. PD primo partito col 39%. Ovviamente all’appello mancano ancora 60590 sezioni. Tutto è possibile, ricordate il 2006?

17.21 – Vita dura per i “piccoli” in Senato: le proiezioni consortium in 4 regioni non gli danno speranza.

17.20 – In Abruzzo, detta regione in bilico, 47,5 a 36,9: in testa Berlusconi di ben 10 punti.

17.19 – Proiezioni Senato: in Lombardia in testa Silvio, come in Abruzzo e Campania (che cambierebbero così bandiera); in Emilia Walter. Nessun altro partito raggiunge lo scoglio dell’8%.

17.11 – Seconda proiezione di Consortium al Senato su un campione del 44%: Pdl 38,3%, Lega 5,6%, Mpa 1%, totale coalizione 44,9%. Pd 33%, Idv 5,2%, totale coalizione 38,2%. Aumenta il distacco tra le due coalizioni. Gli altri partiti: Udc 5,7%, Sinistra Arcobaleno 4,8%, La Destra 2,4%, Partito Socialista 0,7%.

17.03 – Avvertenza ai deboli di cuore: non si parla più di exit poll ma di dati ufficiali provenienti dal Viminale e di proiezioni sui dati reali. È però ancora presto per fare le valigie, le sedi scrutinate sono ancora poche.

17.00 – Senato, 2.808 sedi: Silvio a 43,3%, Walter a 42,4%.

16.56 – Senato, 1458 sedi scrutinate su 60048, dati reali: Pdl-Lega-Mpa al 43,054%, Pd-Idv al 42,690%. L’Udc è al 4,994%, la Sinistra Arcobaleno al 3,513%, La Destra al 2,076%, il Partito Socialista allo 0,767%.

16.40 – Prime proiezioni RAI al Senato sul 32% del campione di Consortium: Pdl 34,9%, Lega 5,8%, Mpa 1%; totale coalizione 43,7%. Pd 33,8%, Idv 5,3%: totale coalizione 39,1%. Udc 5,8%, Sinistra Arcobaleno 4,9%, La Destra 2,4%, Sinistra Critica 1,2%, Partito Socialista 0.8%. PDL primo partito, PD segue. La Lega è ridimensionata.

16.36 – Dal Viminale, aggiornamento Senato: PD-IDV 43,04%; PDL-Lega-MPA 42,92%; UDC 4,8%; SA 3,5%; la Destra 2%; PS 0,7%.

16.34 – Affluenza: 80,9% di 7100 su 8101 comuni. 3 punti in percentuale in meno rispetto al 2006.

16.27 – Senato, 242 sezioni, cambia tutto: PD-IDV 44,09%; PDL-Lega-MPA 42,25%.

16.26 – Primo dato reale sul Senato: PDL-Lega-MPA 47,16%; PD-IDV 35,58%. Risultati di 125 sezioni scrutinate su 60.048.

16.23 – Dati ufficiali del Viminale: le prime 29 sezioni lombarde per il Senato danno la Lega come primo partito in Lombardia con il 31,6% dei voti. PDL 29,3%; PD 22,4%; IDV 4,1%.

16.19 – Sicilia: Lombardo in vantaggio secondo exit poll* Consortium: tra il 49 ed il 53% contro Anna Finocchiaro tra il 36 ed il 40%. L’isola non si smentisce.

16.10 – Affluenza alle urne (dati alla chiusura di 6119 comuni su 8101): 81,8% contro all’83,6% delle Politiche 2006.

16.05 – Terzo exit poll Consortium*, si assottiglia la forchetta:

Camera: PDL-Lega Nord-MPA 40-44%; PD-IDV 38-42%; SA 4-6%; UDC 4-6%; PS 0,5-1,5%; La Destra 2-4%; altri 3-5%.

Senato: PDL-Lega Nord-MPA 40,5-44,5%; PD-IDV 37,5-41,5; SA 4-6%; UDC 4,5-6,5%; PS 0,5-1,5%; La Destra 1,5-3,5; altri 3-5%.

16.01 – Primi exit poll, realizzati da SWG*:

Camera: PDL-Lega Nord-MPA 40-43%; PD-IDV 37-40%; SA 4,5-6,5%; UDC 4,5-5,5%; PS 1-1,5%; La Destra 2-3%; altri 4,5-5,5%.

15.36 – Incubo pareggio. Exit poll Nexus: Berlusconi al 38-41%, Veltroni 37-40%.

15:29 – Senato diviso fra PDL e PD secondo l’exit poll Consortium, tutti gli altri sarebbero fuori.

15.27 – È dell’ 82,38% il dato parziale relativo all’affluenza alle politiche per il Senato quando sono giunti al Viminale i dati di 436 Comuni su 8101. Alle precedenti consultazioni, l’affluenza era stata dell’85,34%. Alla Camera dei deputati l’affluenza parziale, scrutinati 160 comuni su 8101, è dell’83,44%. Nel 2006 era stata dell’ 85,8%.

15.23 – Secondo l’exit poll consortium PD primo partito al 35,5 %, Pdl al 34%

15.01 – Primi exit poll, realizzati da Consortium*:

Camera: PDL-Lega Nord-MPA 38,5-45.5%; PD-IDV 37-43%; SA 3,5-5,5%; UDC 4,5-6,5%; PS 0,5-1,5%; La Destra 2-4%.

Senato: PDL-Lega Nord-MPA 39-46%; PD-IDV 36,5-42,5; SA 4-6%; UDC 4,5-6,5%; PS 0,5-1,5%; La Destra 1,5-3,5.

15.00 – Pronti via, parte la maratona elettorale di Pornopolitica, a cura di Davide Picatto e Diego Meggiolaro. La giornata si prospetta interessante. Seguiteci e commentate.

* Interviste all’uscita dei seggi che non costituiscono risultati ufficiali.

 

32 Responses to LA MARATONA ELETTORALE

  1. […] dirette: Zoro, I Don’t Like Mondays. Giornalismo Partecipativo, Filo diretto. Pornopolitica, con la sua maratona elettorale. Leonardo, Exit […]

  2. tano distefano ha detto:

    cos’è la lega al 7%???
    io sto cominciando a fare i bagagli.

  3. Ciro ha detto:

    Scusa caro curatore,
    dove l’hai letto il pd primo partito?
    Pure quei rossi sbiadidi di Repubblica danno il PDL al 46%!
    Ciro

  4. pornopolitica ha detto:

    Secondo il primo exit poll Consortium alla Camera il PD batte di due punti il Pdl che sorpassa il Pd solo grazie alla Lega data tra il 6 e l’8.

  5. pornopolitica ha detto:

    Anche al Senato, sempre secondo Consortium, il Pd sarebbe al 35%, il Pdl senza la LEga al 34,5. MA ragionare senza la lega non ha senso visto che è coalizzata con il Pdl

  6. francesco ha detto:

    Caro Ciro, la campagna elettorale è finita, gli exit poll non contano, ma imparare a leggere potrebbe esserti utile per la vita di tutti i giorni

  7. claudio ha detto:

    una piccola nota di complimento. state fornendo dati in maniera più rapida e costante rispetto ad alcuni colossi come ansa, tgcom, rainews che non stanno al momento fornendo notizie sulle prime sezioni scrutinate. Bravi!

  8. claudio ha detto:

    una piccola nota di complimento a voi che state gestendo il sito. Diversi colossi quali ansa, rainews, tgcom, non hanno la vostra rapidità nell’aggiornare i dati, tanto è che non hanno ancora fornito i primi dati del senato. Bravi!

  9. Ciro ha detto:

    Francesco, gli exit poll sono finiti insieme alla campagna.
    Mi pare che avete perso in maniera veramente drammatica.
    Io non saprò leggere, la crocetta, tuttavia, l’ho messa nella casella giusta!

    Ciro (che ora governa….ciao!)

  10. stefano ha detto:

    Questo fubone si è ripreso mentre votava:
    http://it.youtube.com/watch?v=bOJCBRpwCBQ
    Sento già il tintinnio delle manette
    ciao

  11. claudio ha detto:

    ricordo con nostalgia per gli anni che passano la serata elettorale delle elezioni 2001. Studiavo e dividevo casa a torino con 3 coinquilini. ricordo l’incubo di quell’occasione con i dati altalenanti che oscillavano da una parte all’altra, ma sembravano all’inizio orientati verso uno schieramento, mentre inesorabile come una colica, sezione dopo sezione, hanno iniziato a mutare , portando in tarda notte e dopo molti bicchieri di vino, al risultato che ben sappiamo.
    Per cui massima prudenza nel lanciarsi in epitaffi o osanna vari, col rischio di svegliarsi tramortiti, e.. mezzi ubriachi

  12. beowulf ha detto:

    Niente è più possibile, mi sa che siamo rovinati.
    MA a Ciro dico: W il federalismo fiscale!

  13. karlo martello ha detto:

    ma come è possibile perde Abruzzo e Sardegna e forse anche LAzio?
    Che cazzo han fatto là in due anni? Speriamo di nooooo!
    Complimenti per celerità e precisione

  14. gioele ha detto:

    Ma ve l’aspettavate la Sinistra arcobaleno data al 3,3 a livello nazionale al senato?

  15. Ciro ha detto:

    Mi associo ai complimenti per la rapidità!
    a Beowulf: bravo!
    E più sicurezza….
    ciro

  16. marco ha detto:

    ho gia prenotato un biglietto aereo per un qualsiasi posto lontano dall’italia di sola andata

  17. massim ha detto:

    e’ agghiacciante.

  18. bob ha detto:

    incredibile. Non ci credo. sono terrorizzato, non ho mai visto una disfatta di tali dimensioni.
    Speravo di ricevere buone notizie dalla vostra super aggiornata diretta,
    ma mi avete stra-deluso!!!!!!!!!
    😉 saluti!
    Si va tutti in Spagna?

  19. Marco Ciaccia ha detto:

    ci sono già segnali di rotture dentro il PD? per rotture intendo movimenti neoprodiani per scalzare Veltroni…

  20. kowalski ha detto:

    @ Marco Ciaccia: Non credo, o almeno per ora no, ma la grande esultanza di Veltroni su 6-7 punti percentuali guadagnati dalla somma Ds -Margherita è una stronzata.
    Sono proprio quegli elettori che lo hanno votato sperando di fermare Silvio, e che non solo non ci sono riusciti ma faranno anche i modo che S. Arcobalens non avrà neache un esponente in parlamento su 600 e rotti per la prima volta nella storia democratica del nostro paese.
    Quindi Veltrons ha poco da esultare.
    Anche perchè tra quelli ci sono anch’io.
    Che mi sto tirando martellate sui coglioni dalle tre.
    Salu!

  21. salu ha detto:

    mi aspetto ora un movimento serio. il suo portavoce: la piazza.

  22. pornopolitica ha detto:

    Caro Salu, ci resta solo la pizza

  23. tano distefano ha detto:

    1.08 – La maratona finisce qui. La notte ci attende. Durerà almeno cinque anni. Grazie a tutti voi che ci avete seguito. Siete stati tantissimi.

    Grazie a voi, ci sarà da ridere nei prossimi cinque anni, le facce così poco rilassate dei vincitori tradiscono più preoccupazione che altro. La loro allegra cialtroneria in un periodo di turbolenze economiche globali ci porterà allo sfacelo. Gambe in spalla ed occhi aperti, perchè ora si inizia a ballare.

  24. james ha detto:

    Grazie ragazzi per la soloerzia.
    Inizia un nuovo quinquennio in cui vedremo il nostro paese usato per i fini privati di un tal signore mentre gli altri cani latranti divorerenno i miseri resti.
    direi che per bertinotti e soci non è l’inizio della fine ma la fine della fine. 0 alla camera e 0 al senato è la peggiore sconfitta di tutti i tempi e non ha giustificazioni per una campagna di retroguardia. fatevene una ragione: l’operaio vota lega.
    Il PD ha tenuto. E’ la sinista che ha perso e non esiste più, vaporizzata. Temo che dovremo lavorare MOLTO e TUTTI per tirarne su una nuova.

    J;

  25. alebotta ha detto:

    cari bloggers di pornopolitica, avrete un bel po’ di materiale su cui postare in futuro.

  26. Massimiliano Monopoli ha detto:

    Ho notato una cosa:

    in TUTTE le trasmissioni di commento alle elezioni (sia TV che radio) non si è fatto il minimo cenno alla quantità di schede nulle.

    VOGLIAMO SAPERE!!!

  27. diego ha detto:

    BRavo massimiliano! Ho pensato a lungo la stessa cosa.
    E soprattutto: si è votato ancora col voto elettronico? Alcuni dati (nel 2006 circa 10 milioni) sono ancora stati trasmessi elettronicamente al viminale?
    Non cambiando la legge elettorale, penso proprio di sì.
    Ed era sempre la accenture del figlio di Pisanu e del gruppo del Berlusca ad avere l’appalto dei software?
    Nessuno in questi mesi è riuscito a darmi una risposta a questi interrogativi, e vi assicuro che ho chiesto a molti anche autorevoli.
    A quanto ne so, potrebbero aver benissimo rubato come 2 anni fa con i loro haker del cazzo!!!!!!
    In uno stato democratico non è possibile lasciare 10 milioni di voti su 40 milioni alla trasmissione elettronica! Io non mi fido!!!!!!!!!!

  28. Anonimo ha detto:

    Ma perchè si preferisce una cacchio di scheda scarabocchiata con una matita cancellabile ad un voto elettronico verificabile da chiunque ed assolutamente più difficile da modificare (…gli hacker? ahahahah, vedi troppi film Diego).
    La modernità, la democrazia elettronica, il consenso informato, la libertà dei mezzi dell’informazione e della tecnologia ci aiutano a crescere e a fregarcene delle puzzolenti e sgangherate cabine elettorali dove si crocifiggono giurassiche schede che il più minchia degli scrutatori può alterare come gli pare.
    Internet fa si che un voto sia davvero valido e segreto, che tutti possano davvero votare in pace, che il conflitto di interessi del Berlusca muoia da solo (lui stesso dice di non sapere nemmeno cosa sia Internet) e che i suoi giornali della fava siano solo cimeli da museo di storia naturale.
    Svegliatevi gente, non siate dinosauri… o volete fare tutti la fine della Sinistra Arcobalenosauro??? (che proprio perchè stravecchjia ha perso di brutto)

  29. Beppe ha detto:

    Paranoici maledetti, ecco i dati sulle nulle:

    Con un dato in linea con il 2006 e molto
    inferiore rispetto al 2001 e al 1996, si conferma il calo delle
    schede non valide che si era registrato nelle precedenti
    elezioni. È quanto evidenzia il Viminale.

    Al Senato, infatti, le schede non valide sono state il 3,79%,
    contro il 3,15% del 2006, il 6,4% del 2001 e il 7,5 del 1996. Nel
    dettaglio, le schede bianche sono state l’1,34% (1,33% nel 2006,
    3,5% nel 2001 e 3,6% nel 1996) e le nulle il 2,45% (1,81% nel
    2006, 2,9% nel 2001 e il 3,8% nel 1996).

    Alla Camera, le schede non valide sono state il 3,74%, contro il
    2,9% del 2006, il 7,3% del 2001 e il 7,9% del 1996. Nel dettaglio
    le schede bianche sono state l’1,28% (1,12% nel 2006, 3,8% nel
    2001 e 3,5% nel 19996) e le nulle 2,46% (1,80% nel 2006, 3,6% nel
    2001 e 4,4% nel 1996).

  30. Tobe Bofh ha detto:

    Brillante affermazione della sinistra arcobaleno in Nepal.
    Gambe in spalla, cosa aspettate a raggiungere il nuovo paradiso in terra? 🙂

  31. […] solo dannato euro: era l’una e otto minuti del 15 aprile 2008 quando con Meggio scrissi su Pornopolitica questa frase: “La maratona finisce qui. La notte ci attende. Durerà almeno cinque […]

  32. […] solo dannato euro: era l’una e otto minuti del 15 aprile 2008 quando con Meggio scrissi su Pornopolitica questa frase: “La maratona finisce qui. La notte ci attende. Durerà almeno cinque […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: